FilmdiPeso - Short Film Festival

I vincitori della XVI edizione di Religion Today Filmfestival


I vincitori della XVI edizione di Religion Today Filmfestival
Giuria internazionale

Gran Premio Nello spirito della Fede
"One Day after Peace
(di Erez Laufer & Miri Laufer, Israele-Sudafrica, 2012, 86')
Motivazione: Lo scopo del cinema non quello di insegnarci qualcosa, tuttavia One Day after Peace riesce a dimostrare, attraverso l'arte cinematografica, che una visione oppure un'utopia sul perdono in Medioriente potrebbe nascere dal dolore di una madre, partendo dallesempio del Sudafrica.

Miglior film
Mar Snake
(di Caner Erzincan, Turchia, 2011, 110')
Motivazione: Come il serpente nel titolo, gli autori del film si sono infilati in modo quasi impercepibile in un paesino sperduto della Turchia per offrirci uno sguardo su una comunit tradizionale. Questo film dimostra che si pu fare un cinema di qualit con mezzi modesti abbinati al talento artistico.

Menzione speciale
"Queen
(di Mohammad Ali Basheh Ahangar, Iran, 2012, 104')
Motivazione: La scelta di presentare la Guerra Iran-Iraq una decisione importante e coraggiosa in s. La capacit di creare immagini surreali, talvolta buffe, spesso tristi e piene di incertezze morali contribuisce al successo di questo film.

Miglior cortometraggio
The Fall
(di Kristof Hoornaert, Belgio, 2013, 17')
Motivazione: Per la sua capacit di proporre una forma originale di spiritualit con un'accurata esplorazione della semplicit. Attraverso una poetica di sottrazione, Hoornaert, senza avvalersi di manipolazione cinematografica, ha prodotto unindagine commovente sulla perdita dellinnocenza.

Miglior documentario
"Numbered
(di Uriel Sinai, Dana Doron, Israele, 2012, 55')
Moivazione: Anche a distanza di 70 anni il film rende ancora attuale lOlocausto. Attraverso testimonianze piene di gioia, il film divertente e sobrio allo stesso momento. Tutto ci, unito allo sguardo delicato della regia, alle riprese ispirate e alla cura del montaggio ci hanno convinti a premiare 'Numbers'.

Menzione speciale
"Au nom du frre
(di Youssef Ait Mansour, Marocco, 2013, 52')
Motivazione: Gli autori del film ci hanno invitato a esplorare una comunit che vive con i propri tempi e il proprio codice culturale. Per questo viaggio artistico abbiamo deciso di dare una menzione al documentario 'Au nom du frre'.

Giuria SIGNIS

Premio SIGNIS
"One Day after Peace
(di Erez Laufer & Miri Laufer, Israele-Sudafrica, 2012, 86')
Motivazione: Per lefficacia dei mezzi espressivi che mettono in evidenza i risultati positivi della Commissione Verit e Riconciliazione nel Sudafrica post-apartheid esempio per altre situazioni di conflitto come quello israeliano-palestinese e il perdono come via per la pacificazione, perdono di una madre, perdono tra i popoli.
Menzione speciale
Waiting for a miracle
(di Rasoul Sadrameli, Iran, 2012, 86')
Motivazione: Il viaggio come ritrovamento dellunit perduta, in un Iran dove il senso del sacro sopravvive alle sfide della modernit.

Giurie speciali

Premio 1914-2014. 1914-2014. Inchiesta sulla pace nel secolo degli assassini giuria speciale di Forum Trentino per la Pace e i diritti umani
Queen
(di Mohammad Ali Basheh Ahangar, Iran, 2012, 104')
Motivazione: E' una profonda riflessione sul tema dell'amore per la guerra. Il poter decidere della vita o della morte di una persona che riconosci come tuo nemico, l'obbligo di confrontarsi quotidianamente con l'orrore del combattimento, quel cerchio magico che ogni conflitto crea e che fa di ognuno di noi un potenziale carnefice. E' un dibattito - fuori dalle semplici divisioni tra buoni e cattivi - di cui chi ha a cuore la pace dovrebbe farsi carico.
Menzione speciale
"Numbered
(di Uriel Sinai, Dana Doron, Israele, 2012, 55')
Motivazione: La memoria, perch presuppone identificazione e necessit di ricordare, ha bisogno di simboli ed i numeri tatuati sulla pelle hanno un enorme valore evocativo. Ci che per maggiormente ci ha colpiti di questo documentario - di alta qualit cinematografica - la voglia di guardare alla memoria con sguardo critico, laddove questa si trasforma in qualcosa di retorico fin quasi a diventare caricaturale.

Premio Fede e Rito Giuria Speciale Lisignago (TN)
"The Possibility of an Island
(di Marianne Krver, Estonia, 2013, 30')

Premio Terra Santa Giuria Speciale Arco (TN)
"Within the Eye of The Storm
(di Shelley Hermon, Israele, 2012, 68')

Premio Religioni e societ Giuria Speciale Giovani Citt di Trento
"Mohamed e il pescatore
(di Marco Leopardi, Italia, 2012, 52')

Premio Nuovi Orizzonti Giuria Speciale Comunit Nuovi Orizzonti
"Where is the Heaven
(di Fatemeh Ghadiri Nezhadian, Iran, 2013, 13')

Premio Immagini Giuria Speciale Fraternit di Nomadelfia
"Su Re
(di Giovanni Columbu, Italia, 2012, 78')

Premio In corto Giuria Speciale studenti
"Deathbed: The Musical
(di Liat Har-Gil, Israele, 2012, 6')

Premio Wo-Men Giuria Speciale Pari Opportunit
"Bear
(di Khosro Masoumi, Iran, 2012, 103')

23/10/2013, 10:58

Simone Pinchiorri