FilmdiPeso - Short Film Festival

"Noi, Zagor" al Cineclub Arsenale di Pisa


Il 22 ottobre alle 20.30 al Cineclub Arsenale di Pisa si terr la proiezione del film evento "Noi, Zagor", preceduta da un incontro con Marcello Mangiantini, uno dei pi importanti disegnatori del personaggio, e Jacopo Rauch, storico sceneggiatore delle avventure dello Spirito con la scure. Lincontro verr coordinato da Fabio Gadducci, esperto di fumetto e letteratura popolare.

In esclusiva per l'occasione Marcello Mangiantini ha realizzato una immagine inedita di Zagor, che, distribuita gratuitamente, autografer agli spettatori.

Per tutti gli zagoriani, ma anche per chi semplicemente curioso di conoscere il processo artistico e concettuale che sta dietro la creazione di un famoso personaggio dei fumetti, il 22 e 23 ottobre sono giornate da segnare con la matita rossa: in contemporanea in 200 sale italiane, sar presentato il documentario "Noi, Zagor" diretto da Riccardo Jacopino e scritto con Giovanni Iozzi, che ripercorre la storia e le modalit di creazione e sviluppo di questo fenomeno del fumetto nostrano, con un "dietro le quinte" unico al mondo realizzato con l'ausilio degli "artisti" della Sergio Bonelli Editore.

Lo spirito con la scure approda al cinema: Za-gor-te-nay, o pi semplicemente Zagor, il mitico personaggio dei fumetti ideato nel 1961 da Sergio Bonelli e disegnato da Gallieno Ferri.

A pi di 50 anni dalla sua comparsa le avventure fantawestern delleroe della foresta di Darkwood continuano ad esercitare il loro fascino ben oltre i confini italiani (rimanendo popolarissimo in paesi quali Croazia, Serbia, Spagna, Brasile e Turchia).

Poco importa che la parola Za-gor-te-nay in realt non compaia in nessun dialetto indiano, che la mise con calzamaglia e T-shirt sfrangiata con la stampa dell'Uccello del Tuono sia demode, o che lambientazione di Darkwood (una immaginaria foresta e terra di confine della fantasia, dove tutto pu accadere, dalle rivolte indiane alle invasioni extraterrestri, e dove, oltre agli abitanti abituali come indiani e trappers, possono comparire thugs, vikinghi, eschimesi, vampiri, lupi mannari, streghe e ogni tipo di inquietante personaggio in trasferta da tutti i generi dellavventura, recita il sito ufficiale) sia completamente fantastica: la schiera degli zagoriani resiste nel tempo.

O forse, la ragione del successo propria questa sospensione dellincredulit. Perch, come ebbe a dichiarare lo stesso Sergio Bonelli, scomparso nel 2011, fra lautore di Zagor e il lettore c unintesa sotterranea e misteriosa per cui il secondo fa finta di credere che sia possibile ci che il primo racconta. C una complicit totale, grazie alla quale lautore non deve mettere limiti alla propria fantasia, perch sa che il lettore non protester mai.

"Caramba y Carambita", direbbe Cico, questo un appuntamento proprio da non perdere!

"Noi, Zagor" in proiezione allArsenale anche marted 22 alle 18.30 e mercoled 23 alle 16.30.

16/10/2013, 13:47