I Viaggi Di Roby

"Generale: rivivendo Carlo Alberto Dalla Chiesa" su Rai Storia


Rai Educational presenta Generale: rivivendo Carlo Alberto Dalla Chiesa, regia di Lorenzo Rossi Espagnet, in onda venerd 4 ottobre alle 22.30 su Rai Storia ch. 54 del Digitale terrestre e ch.23 TivSat.

Il viaggio di una ragazza alla soglia dei trentanni che racconta e ricorda il nonno, ucciso dalla mafia cinque mesi prima che lei nascesse. Lei si chiama Dora, suo nonno era Carlo Alberto dalla Chiesa.

Unindagine in soggettiva, intima e privata, per ricostruire i fatti che portarono a quella morte ingiusta e meschina. Per condurla Dora chiede aiuto ai familiari pi stretti e raccoglie le testimonianze di chi ha accompagnato il generale Dalla Chiesa in quei duri anni di vita professionale. I figli Rita, Nando e Simona ricordano gli anni delladolescenza, il trasferimento da Milano a Palermo, la difficile vita in Caserma e le prime avvisaglie di una vita diversa da quella dei loro coetanei. E poi Roma, Torino, Milano. In un crescendo di tensione e paura.

Abbiamo avuto paura per lui" racconta Rita alla nipote "abbiamo avuto paura anche per noi. A Roma quando lui era alle supercarceri ricevevo spesso chiamate anonime: dov tuo padre? e io rispondevo: non ho un padre, ma che padre cercate?".
Abbiamo imparato a vivere in un modo diverso" - continua Nando - "avevo 12 anni quando mio padre mi disse di non uscire di casa sempre alla stessa ora, lui temeva una rappresaglia sui figli, fin da quando noi eravamo piccoli".
Nel 78 la morte della moglie Dora fu uno dei colpi pi duri per il Generale, che scrive nel suo diario personale Sono oltre 40 giorni che vivo senza quella creatura, senza un segno di colei alla quale avevo donato la mia stessa esistenza. Se esistere, se essere, se vivere significa gioire di fronte al vuoto immenso che rimane a me dintorno, a me sembra che la vita abbia ormai perso molto del suo palpito e della sua necessit.

E ancora i giudici Gian Carlo Caselli e Armando Spataro, lex Generale dei Carabinieri e dei servizi Giampaolo Sechi, lex ministro democristiano Virginio Rognoni raccontano degli sforzi e le strategie messe in atto dal Generale per combattere la mafia e il terrorismo, del suo coraggio e della sua determinazione. Insieme a questi danno il loro contributo alcuni uomini le cui vite hanno incrociato la sua in momenti cruciali, come il giornalista Attilio Bolzoni, il figlio di Pio La Torre, Franco, e il giudice che svel le attivit della loggia P2, Giuliano Turone

03/10/2013, 22:19