Festival del Cinema Citt di Spello
I Viaggi Di Roby

Note di sceneggiatura del documentario "Noi, Zagor"


Note di sceneggiatura del documentario
Dire qualcosa di nuovo su Zagor praticamente impossibile. In pi di cinquanta anni, sul personaggio di Bonelli e Ferri si detto e scritto di tutto, analizzandolo in ogni aspetto. Non c appassionato zagoriano che non si senta un esperto, e che alla fine non lo sia veramente, dato che conosce in ogni pi piccola sfaccettatura la vita e gli eventi accaduti nelluniverso parallelo di Darkwood.
Nel raccontare la storia di Zagor - e nel modo pi preciso possibile, dato che nessuna inesattezza ci sarebbe stata perdonata - abbiamo dunque cercato da un lato di capire le ragioni profonde di un successo cos longevo e costante; dallaltro, abbiamo cercato di cogliere le emozioni pi fresche e vere che gli stessi protagonisti, autori e lettori, uniti per sempre in uno strano rapporto di interdipendenza, ci hanno trasmesso con le loro parole.
Un altro aspetto che, da vecchi appassionati di fumetti, volevamo indagare quali siano le suggestioni che influenzano il processo creativo di un albo, quali siano le urgenze, i vincoli, come funziona la fabbrica che li produce. E questo ci ha portato a riflettere su come le vite degli autori e dei disegnatori siano esse stesse vite da Zagor e di quanto di personale ogni autore inevitabilmente riversi in un disegno in bianco e nero di un personaggio.
Insieme a quella del creatore grafico Gallieno Ferri, la figura che giganteggia e che viene continuamente evocata nel film quella di Sergio Bonelli, fondatore dellomonima casa editrice e inventore di Zagor, con lo pseudonimo di Guido Nolitta.
Zagor un lungo viaggio sereno da fare con mezzi modesti e senza troppe aspettative, le sorprese ti vengono incontro da sole.

Giovanni Iozzi

14/09/2013, 09:26