CINECITTŔ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

VENEZIA 70 - Le Giornate degli Autori incontrano l'Unione Europea


VENEZIA 70 - Le Giornate degli Autori incontrano l'Unione Europea
Le Giornate incontrano l’Europa, domani giovedě 5 settembre, con l'arrivo a Venezia della presidentessa della Commissione Cultura Doris Pack, ospite della sezione in occasione del convegno “L’Assemblea dei cineasti interroga la politica europea” (ore 14.30, Hotel Excelsior - Sala Incontri). L’incontro intende approfondire il ruolo e i doveri delle donne e degli uomini di cinema rispetto al proprio mestiere, alla cultura dei nostri tempi  e alle emergenze dettate dal contrasto tra il commercio e la creazione, temi cari al Parlamento Europeo. All’iniziativa, promossa da Premio LUX e Commissione Cultura del Parlamento Europeo, in collaborazione con Giornate degli Autori e Quinzaine des Réalisateurs, interverranno: la relatrice del programma “Europa creativa” Silvia Costa, Valeria Golino, Clio Barnard, Felix van Groeningen,  Catherine Corsini (SRF e Giuria Orizzonti) e il regista Andrea Segre, vincitore del Premio LUX 2012 con il film “Io sono Li”. A partire dalle ore 17.00, nella Multisala Astra (Via Corfu 9, Lido di Venezia), gli attori Riccardo Scamarcio e Valeria Golino - rispettivamente produttore e regista del film “Miele” - saranno i “padroni di casa” in rappresentanza dell’Italia per il “Premio LUX”: la manifestazione realizzata in collaborazione tra il Parlamento Europeo e le Giornate degli Autori che prevede la proiezione (ad ingresso libero) dei tre film finalisti del premio, decretato dai deputati del Parlamento Europeo e assegnato annualmente a un film di produzione europea. Questi i film finalisti di quest’anno: la produzione italo-francese  “Miele””di Valeria Golino, che racconta la storia di Irene, una ragazza di trent´anni che ha deciso di aiutare malati terminali, abbreviandone l’agonia (ore 17.00), il belga “The Broken Circle Breakdown” del regista Felix van Groeningen, sul complesso rapporto tra Elise e Didier, costretti a lottare insieme, nonostante le diversitŕ, per salvare la figlia malata (ore 19.00) e l’inglese “The Selfish Giant” di Clio Barnard sull’amicizia tra Arbor e Swifty, due amici quattordicenni, la cui vita sarŕ sconvolta per sempre da un tragico evento (ore 21.00).

La nona giornata di festival presenta, in anteprima mondiale per le Giornate degli Autori, il thriller “Traitors” del regista americano Sean Gullette (ore 17, sala Darsena): ambientato a Tangeri racconta l’improvviso cambiamento della vita di Malika, leader della band femminile rock punk “Traitors”, che per evitare che la sua famiglia venga sfrattata e per realizzare le sue ambizioni musicali, accetta di attraversare le montagne in auto con un carico di droga per conto di un pericoloso spacciatore. Ma durante il suo primo viaggio incontrerŕ Amal, una giovane donna malridotta che lavora come corriere della droga da tempo e che Malika vuole aiutare a liberarsi dai suoi aguzzini, rischiando la propria incolumitŕ.
"Alcuni giovani hanno il potere di cambiare il loro destino e le loro condizioni" - afferma il regista - "agiscono con energia, certi che le loro intenzioni siano pure, e di poter dimostrare di essere piů forti, piů intelligenti e piů spietati degli altri. Spesso gli adulti osservano questi ragazzi con sorrisi condiscendenti" - continua Gullette - "ma quando giovani come Malika si scontrano con la logica prestabilita del "mondo degli adulti", le loro azioni - a volte eroiche, a volte tragiche - possono riscrivere la storia".

La Villa degli Autori (lungomare Marconi 56) ospita alle ore 19, lo spettacolo- presentazione “David Riondino racconta Venezia Salva, un incontro-spettacolo dedicato al film di Serena Nono” con l’attore e produttore David Riondino, la regista Serena Nono, Giancarlo Gaeta e alcuni degli interpreti di “Venezia Salva” (Evento Speciale delle Giornate, venerdě 6 settembre) sui temi della bellezza e della guerra in Simon Weil.

A seguire, ore 20 Villa degli Autori, una giuria d´eccezione composta da Ettore Scola, Ugo Gregoretti e Gianluca Arcopinto presenta i vincitori della seconda edizione del concorso “Bookciak, Azione!” Promosso da BookCiak, la piattaforma italiana che mette in contatto i mondi dell´editoria, del cinema e dell´audiovisivo, in collaborazione con le Giornate degli Autori e Sky Arte HD, con l’obiettivo di realizzare non un tradizionale "booktrailer", ma sperimentare un nuovo formato per esprimere gli aspetti emotivi ed emozionali del libro. Un luogo assolutamente nuovo, prossimo al territorio della videoarte, aperto ad ogni possibile contaminazione dei linguaggi e della rete. Il Bookciak movie, infatti, si candida a diventare una possibile "quarta di copertina" per gli e-book. Il concorso ha rivolto un invito ai filmmaker di tutta Italia a cimentarsi con tre romanzi selezionati tra i tanti titoli della library di Bookciak  (consultabile sul sito www.bookciak.it) che contiene la narrativa italiana piů "cinematografabile": “Verrŕ cantando il sangue” (Rogiosi Editore) di Vittorio Del Tufo, “Se son rose” (Fernandel) di Massimo Vitali e “Pelleossa” (minimum fax) di Paolo Cognetti.I “bookciak” vincitori andranno in onda in autunno su Sky Arte HD (canale 130 e 400 di Sky)
 

04/09/2013, 12:07