FilmdiPeso - Short Film Festival

NON MI AVETE CONVINTO - Un documentario su Ingrao


NON MI AVETE CONVINTO - Un documentario su Ingrao
Un film-documento su Pietro Ingrao, perch? Ingrao stato per me, per la mia generazione un modello politico insuperabile. Me lo sono portato dietro per tutta la vita e in questo periodo di antipolitica era necessario riscoprire un uomo che ha incarnato, pur tra errori e sconfitte, unidea di politica come passione, tormento ideale, modo per trasformare il mondo.

A parlare in modo cos reverenziale verso Ingrao il giornalista e regista ferrarese Filippo Vendemmiati che, dopo Estato morto un ragazzo sulla non accidentale morte del giovane Federico Aldrovandi, ha realizzato Non mi avete convinto.

Non un piatto documentario biografico, ma unintervista, un racconto in prima persona in cui lo stesso Ingrao ripercorre la sua vita dedicata alla politica. Politica che stata per lui non un mestiere, ma, innanzitutto, il percorso di una passione tenace per cambiare i destini degli uomini.
Una passione segnata da tante battaglie e pure da dure sconfitte, e la cui fiamma ancora oggi viva, nonostante let molto avanzata.

Partigiano e giornalista, poeta e storico, direttore dellUnit dal 1947 al 1957, Presidente della Camera dei Deputati dal 1976 al 1979, Pietro Ingrao nato a Lenola, in provincia di Latina, nel 1915 ed stato il leader dellala movimentista del vecchio Pci. Nel 1991 si oppose alla svolta della Bolognina voluta da Achille Occhetto, ma ader comunque al Partito Democratico di Sinistra coordinando larea dei Comunisti Democratici. Negli anni recenti stato vicino a Rifondazione Comunista e in ultimo ha sostenuto Sinistra Ecologia e Libert di Nichi Vendola.

Nel film di Vendemmiati viene fuori anche un Pietro Ingrao ancorato alle muse della poesia e del cinema (di cui si chiede come mai questo strumento diventato talmente penetrante e trascinante che entrato dentro la rete delle relazioni umane), ed alla convinzione che la cultura che non possa essere separata dalla buona politica.

Sullo schermo la voce del vecchio comunista flebile, ma ha conserva lo spirito di chi vuol interrogarsi sulle condizioni di questo tempo non rassicurante. Viene fuori dal colloquio con Vendemmiati altres il Pietro Ingrao che ci ricorda che oggi non basta indignarsi, ma bisogna costruire una relazione condivisa, attiva che poi la puoi chiamare movimento o partito o in un altro modo.

Un vecchio maestro con il suo vissuto di esperienze, con la sua saggezza, con la sua storia che poi anche quella di tanti militanti, questo il Pietro Ingrao che si racconta davanti alla video-camera, il passionale dirigente del Pci che allundicesimo congresso del partito, tenuto nel 1983, volle rompere con il centralismo democratico e se usc con la frase (titolo del documentario) Non mi avete convinto, generando forti consensi tra la platea e nessuna stretta di mano dai dirigenti seduti al tavolo della presidenza.

Bella la colonna sonora del lavoro di Vendemmiati curata dalla band rock-folk dei Tetes de bois.

24/05/2013, 09:00

Mimmo Mastrangelo