Sudestival 2020

Il Festival e l’Universi​tà di Foggia
rendono omaggio al grande Alberto Sordi


Il Festival e l’Universi​tà di Foggia rendono omaggio al grande Alberto Sordi
Il Festival e il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia rendono omaggio a Alberto Sordi, scomparso 10 anni fa, dedicandogli la giornata di giovedì 18 aprile 2013, àmbito Lezioni di Cinema, a partire dalle ore 10,30, Aula magna in via Arpi 155.

Vi partecipano: Sergio d'Offizi, direttore della fotografia di Sordi, che ripercorrerà i mille volti istrionici dell'artista con l’ausilio di contributi video; il prof. Eusebio Ciccotti, docente di Storia del Cinema; modera il direttore del dipartimento prof. Saverio Russo; intervengono il prof. Pierpaolo Limone e il direttore del festival Pino Bruno..

Alberto Sordi ha interpretato le tante facce di un'Italia che ha sempre voluto e saputo raccontare con ironia, amarezza e tanto amore. Icona dell'italianità, ha interpretato in maniera magistrale i pregi, vizi, virtù, miserie e contraddizioni, cogliendo anche aspetti essenziali di figure storiche, legate alla nostra identità nazionale, dal popolano all'aristocratico, dall'uomo comune al nobile decaduto.

Sergio D'Offizi, tra i più richiesti direttori della fotografia del cinema italiano ha all'attivo oltre 100 film, tra i quali numerosi successi di Alberto Sordi ("Il tassinaro", "Il Marchese del Grillo", "Io e Caterina", "Finchè c'è guerra c'è speranza" ecc.) e opere dei grandi nomi del cinema italiano come: Mario Monicelli, Pietro Germi, Steno, Sergio Corbucci e Massimo Troisi ("Ricomincio da tre").

In serata l’omaggio prosegue presso la Città del Cinema, sala 3, ore 20,00, intervista conversazione con maestro della fotografia Sergio D'Offizi e il prof. Eusebio Ciccotti; a seguire la visione del film "Il Tassinaro" di Alberto Sordi.

17/04/2013, 17:39