Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

TUTTI IGNUTI - Un testo teatrale che si
ispira alla poetica di Francesco Nuti


TUTTI IGNUTI - Un testo teatrale che si ispira alla poetica di Francesco Nuti
"Tutti Ignuti" è un testo teatrale originale che si ispira alla poetica di Francesco Nuti. Un abbraccio teatrale e musicale a Cecco di Narnali.

Gli interpreti Giorgio Regali e Luca Avagliano sono due attori professionisti che hanno intrapreso il mestiere di attore anche grazie alle frequentazioni giovanili della cinematografia nutiana e vogliono con questo spettacolo porre l’attenzione sulla straordinaria unicità e forza dell’autore toscano. Lo spettacolo non consiste in un semplice tributo ma in un testo nuovo e mai messo in scena con una drammaturgia ed una vita propria che utilizza la poetica di Nuti non come repertorio da cui attingere ma unicamente come fonte di ispirazione.

In scena una semplice situazione domestica nella quale vengono presentati due personagg giocano al "metti che io sono" uno psicanalista viveur e disilluso alla vigilia del divorzio e "allora io sono" un giornalista di cronaca tenero e ferito in procinto di sposarsi, entrambi alle prese con le proprie disavventure personali. Una strana coppia che dialoga assurdamente con l’aiuto di un chitarrista anche lui in quell’appartamento, e perché? Per accompagnarli.

Luca Avagliano e Giorgio Regali si conoscono e iniziano a collaborare in Toscana con la frequentazione del Teatro Della Limonaia diretto da Barbara Nativi, per poi approdare insieme all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma, affrontando, una volta diplomati, numerose e importanti produzioni teatrali, spesso insieme. In quest’ultimo periodo hanno cominciato ad affiancare al loro impegno nel teatro di prosa, esperimenti di indagine sulla comicità e sul divertimento, creando e partecipando, tra gli altri, al laboratorio comico GrOg! un contenitore al cui interno c’è di tutto: dal teatro canzone al cabaret, dal non sense all'improvvisazione... “Tutti IgNuti” rappresenta un ulteriore tassello in questo percorso di sperimentazione del divertimento.

28/03/2013, 16:09