I Viaggi Di Roby

Note di regia del cortometraggio "Giuda"


Note di regia del cortometraggio
Il lavoro prosegue nell’idea di smontaggio del cinema concettualizzato da Sciole, ’nell’uso di una fotografia deviata (codificata come devoluzione: passaggi da una fotografia ‘sana’ ad una ‘marcia-malata’), nella scelta di montare come fosse un montaggio in macchina, nell’uso disarticolato del corpo e della voce (azioni prelevate da Teatro Ateo, percorso antiteatrale dell’artista, anche come ‘recitazione inceppata’, l’antirecitazione come codice).

Flavio Sciolè