Meno di 30
I Viaggi di Robi

AMICHE DA MORIRE - Tre donne, tre morti e tanti soldi


Tre donne diventano amiche per forza. Di fronte al denaro e all'esigenza di scappare da un paese che non le ama


AMICHE DA MORIRE - Tre donne, tre morti e tanti soldi
Gerini, Impacciatore e Capotondi in "Amiche da Morire"
La commedia noir o la fai bene o diventa farsa. L'opera prima di Giorgia Farina pecca forse di ingenuit; l'idea iniziale carina, non originalissima, ma con un potenziale che potrebbe intrigare gli spettatori meno esigenti. la messa in scena e la direzione degli attori che, forse per inesperienza, lasciata a se stessa, con alcune soluzioni improbabili e altre tirate per i capelli.

Ma il guaio grosso, e non colpa della regista, sono gli interpreti. Con la loro esperienza, Claudia Gerini, Cristiana Capotondi, Sabrina Impacciatore e Vinicio Marchioni, avrebbero dovuto darle una mano, misurando i caratteri e recitando, come si dice, per sottrazione. Invece hanno approfittato di lei. E allora "Amiche da Morire" sembra il festival della smorfia, della vocetta, dell'ammiccamento, della camminata a passetti, della sottolineatura, della didascalia, della battuta condita "a braccio" da infiniti "'mbe, ma, dai, oh" per cercare di dare pi credibilit a se stessi, alla sceneggiatura e ai dialoghi, ma facendo cos perdere il ritmo che il susseguirsi degli eventi ha faticosamente dato alla storia. E finiscono per diventare delle macchiette, facendo scivolare quella che poteva essere una discreta commedia gialla, in una album di luoghi comuni e stereotipi narrativi.

Il film, finanziato dall'Apulia film commission, dal Mibac, dalla Regione Puglia e dall'UE uscir gioved prossimo, 7 marzo, distribuito da 01.

04/03/2013, 12:49

Stefano Amadio