Sudestival 2020

"Aspromonte": in sala da 31 gennaio 2013


Uscir Gioved 31 gennaio 2013, nelle sale cinematografiche di tutta Italia,
Aspromonte, opera prima del regista italo-tunisino Hedy Krissane, tratta da un soggetto del professore Tonino Perna, prodotta da Publiglobe Picture e distribuita da Cineclub Internazionale Distribuzione.

La pellicola - la prima a essere interamente prodotta e distribuita da imprese calabresi - sinserisce nella scia positiva delle commedie ambientate nel Meridione e premiate dal grande pubblico. Girato in Aspromonte, noto per essere stata teatro di tristi fatti di cronaca e nellimmaginario collettivo ricondotto a rapimenti e latitanti, il film gioca sullequivoco e i pregiudizi nei confronti del Sud e dei suoi abitanti, svelando una Calabria diversa e inedita, traboccante di verde e di storia.
Aspromonte, dietro un tono scanzonato e leggero, nasconde profondi messaggi socio-culturali e svela una regione fatta di paesaggi intensi, luoghi della Calabria da svelare e panorami mozzafiato, che scorrono sulle note del famoso cantautore Peppe Voltarelli, anch'egli calabrese. un film profondo ma allo stesso tempo leggero e divertente, a tratti comico ed esilarante, che per non vuole negare levidenza: racconta i problemi del territorio in chiave ironica, valorizzandone allo stesso tempo le bellezze ambientali e mostrando unaltra faccia dellentroterra calabrese.

Il film incentrato sulla storia di un industriale brianzolo, interpretato dal comico di Zelig Franco Neri, che arriva in Aspromonte per far firmare urgentemente un contratto al fratello musicista che non vede da anni (Andrea De Rosa). Dopo una lite furente, si ritrover a cercarlo per mari e per monti insieme ad Aldo, una guardia del corpo forestale, interpretata da Piermaria Cecchini, che lo accompagner in una traversata on-the road piena di incontri con personaggi del luogo, spunto di fraintendimenti e ricca di emozioni.

Il film - grazie anche al coinvolgimento di Fondazione Calabria Film Commission, Provincia di Reggio Calabria, Corpo Forestale dello Stato, Ente Parco Nazionale dellAspromonte, GAL Batir (Gruppo di Azione Locale Basso Tirreno Reggino) - offre loccasione di ammirare finalmente alcuni dei paesaggi e dei panorami pi belli dItalia, luoghi eccezionali, importanti anche da un punto di vista storico, che vale la pena vedere e assaporare almeno una volta nella vita. Perch la Calabria non una landa desolata, ma un patrimonio culturale e paesaggistico da riscattare e valorizzare.

16/01/2013, 15:40