I Viaggi Di Roby

FdP53 - "Park Avenue", del premio Oscar Gibney, in anteprima europea


FdP53 -
Sara’ la prima in Europa "Park Avenue", del regista premio Oscar Alex Gibney, sull'estrema povertà e la ricchezza sfrenata a New York, la proiezione evento speciale della settima giornata del Festival dei Popoli, domani, venerdì 16 novembre, al cinema Odeon di Firenze (ore 19.00). Il documentario, presentato per la prima volta in Europa, racconta di Park Avenue, a New York, la strada che attraversa tutta Manhattan fino ad arrivare al ponte che attraversa il fiume e porta nel Bronx: il regista racconta come nel lungo tratto si passi dalla ricchezza sfrenata (Grand Central Terminal, palazzi da migliaia di dollari al metro quadro) alla povertà estrema dove la metà dei residenti riceve buoni alimentari, la disoccupazione ha raggiunto il 19% e le possibilità per un bambino di finire ammazzato sono di 20 volte superiori rispetto ai vicini più a sud. "Secondo stime" – ha detto il regista Gibney - "che risalgono al 2010, i 400 americani più ricchi controllano più ricchezza rispetto al resto del paese, vale a dire 150 milioni di persone. La domanda è: che cosa hanno intenzione di fare con tutti quei soldi?". La proiezione rientra nel progetto della BBC “Why Poverty?” organizzato nell’ambito dell’Italian Doc Screening in corso a Firenze.

La settima giornata al cinema Odeon, partirà alle 16.30, con il documentario "Portland2Portland" di Andrea Salvadore sul viaggio in treno in America, dall’Atlantico al Pacifico, tra elezioni presidenziali, di Beppe Severgnini (presente in sala) e Karl Hoffmann. I due giornalisti si sono stati ripresi in questo viaggio da Portland (Maine) a Portland (Oregon), attraversando ben 22 Stati lungo il tragitto dei treni Amtrak. Alla fine della proiezione interverrà il giornalista Severgnini.
Dopo la proiezione dell’anteprima "Park Avenue" (ore 19) il festival presenta in programma alle 20.30 il cortometraggio "Osiemnastka" di Marta Prus e a seguire due film in concorso lungometraggi: "Un ete avec Anton" di Jasna Krajinovic (concorso lungometraggi, Belgio, 2012), ambientato a Mosca, dove Anton, 12enne, si prepara, come la gran parte dei suoi coetanei, a partire per un campo di addestramento militare per giovani reclute. A seguire, alle 22.30, l’anteprima nazionale "Sms – Save my soul" di Piergiorgio Curzi (Italia, 2012) sulla figura di Nicola Pompa, assiduo lettore di annunci di lavoro, si è costruito negli anni una fitta rete di relazioni virtuali con donne di ogni età, attratte e affascinate dai suoi messaggi pieni di passione e furbizia.

A Spazio Uno, a partire dalle 15, le repliche di "Snow Tapes, Spring summer fall, A story for the modlins", Aruada Estrada. Alle 16.45 "Prohibido" di Andrés Di Tella (Argentina, 1997) un’indagine sulle forme della cultura, della produzione culturale e intellettuale durante l’ultima, sanguinosa dittatura argentina. Alle 19 "Walk with a guide" di Maciej Cendrowski (Polonia, 2009); "Sounding glass" di Sylvia Schedelbauer (Germania, 2012); "Ecce homo, un portrait de celestin deliege" di Guy-Marc Hinant e Dominique Lohlé (Belgio, 2012).
Alle 21.30, per la sezione eventi speciali, proiezione di "Andrew Bird: fever year" di Xan Aranda (USA, 2011) sui mesi culminanti dell’acclamato tour di Andrew Bird. Il film è il primo a catturare la tecnica multi-strumentale di Bird e le sue caratteristiche esibizioni dal vivo.

Alle 11:00 alle Murate presentazione del DVD L’Estate di Giacomo, di Alessandro Comodin, film vincitore del Premio cinemaitaliano.info - CG Home video 2011. Interverranno: Alessandro Comodin (regista), Jacopo Sgroi (CG Home Video), Simone Pinchiorri (cinemaitaliano.info). Alle 12 si terrà il consueto Free Speech, l’incontro con il pubblico e gli autori presenti al festival (ingresso libero, aperto al pubblico).

15/11/2012, 14:33