Festival del Cinema Citt di Spello
I Viaggi Di Roby

JAGDFIEBER: la caccia ed il rapporto tra l'uomo e la natura


Alessandro Comodin racconta "La Febbre della Caccia" nel suo film d'esordio, un'opera incentrata sula lotta tra l'essere umano e la natura.


JAGDFIEBER: la caccia ed il rapporto tra l'uomo e la natura
"Jagdfieber", ovvero "La Febbre della Caccia", realizzato nel 2008 da Alessandro Comodin alla INSAS, la scuola nazionale del cinema belga, dove ha frequentato il corso di regia, un documentario molto originale. Il regista friulano, telecamera in spalla, segue una battuta di caccia di un gruppo di uomini in una foresta. Tra i rumori della natura e dei cani che abbaiano, pronti a stanare una preda che non appare mai in tutto il video, i due cacciatori si muovono lentamente nella boscaglia, attenti ad ogni minimo particolare, dalla corsa allo stare immobili, in un crescendo di pathos ed emozioni.

Riprendendo da dietro i protagonisti, tecnica che user anche nel suo secondo film "L'Estate di Giacomo", Comodin immerge lo spettatore in un rituale semi-sconosciuto, che riporta l'uomo agli albori, facendo diventare la lotta tra l'essere umano e la natura il tema principale dell'opera. Non vi per nulla di ancestrale nelle immagini proposte nel documentario, vi solo l'evocazione di un'arte storica come quella della caccia, la preparazione all'evento e non la lotta vera e propria.

22/02/2012, 09:00

Simone Pinchiorri