Meno di 30
I Viaggi di Robi

Note di regia del film "Amore Liquido"


Note di regia del film
"Amore Liquido" il titolo del saggio di uno dei pi importanti sociologi viventi, Zygmunt Bauman, che ci stato gentilmente concesso dalleditore Laterza. Pur non essendo il film direttamente tratto dal libro di Bauman, ci sembrava che il suo titolo, e i concetti in esso contenuti, rispecchiassero al meglio una situazione contemporanea di precariet affettiva, dove i rapporti tra le persone divengono appunto liquidi, incapaci di durare nel tempo, non tanto (o non solo) perch specchio di una precariet lavorativa, ma anche (e soprattutto) per via di una mutazione antropologica in atto ormai da anni, che sta letteralmente sconvolgendo e ridefinendo il nostro modo di stare al mondo e di relazionarci con gli altri, anche nella sfera affettiva.
Il film vuole fotografare questa realt, che trova nella diffusione e nella proliferazione della pornografia nella nostra cultura uno dei suoi aspetti pi interessanti, punto di vista privilegiato per comprendere la rivoluzione in atto nellambito delle relazioni umane e della costituzione dellimmaginario sessuale ad esse strettamente collegato. Sar una pellicola che, senza cedere alla semplice denuncia moralistica, cercher di far riflettere il pubblico su questo mutamento in atto e sulle conseguenze che gi oggi stiamo vivendo.
"Amore Liquido" verr girato in quattro settimane e in momenti diversi. La prima parte delle riprese verr effettuata a Bologna nella prima met di Agosto, per sfruttare leffetto esodo e ghost city altrimenti difficilmente ricreabile per una produzione low budget. Tra Settembre e Ottobre si gireranno, invece, gli interni del film.
Dopo aver girato lultimo lavoro in pellicola 16mm, con il direttore della fotografia Antonio Veracini abbiamo deciso di utilizzare per questo progetto la tecnologia digitale ad alta definizione, sia per una maggior agilit in fase di ripresa, sia per ottenere un effetto visivo pi consono ad un progetto che si rif esplicitamente, nello stile e nelle modalit produttive, al documentario.
Nel cast compariranno due attori giovani ma di grandissimo talento, Stefano Fregni e Sara Sartini, che si mescoleranno ad altri di pi comprovata esperienza come Simonetta Solder e ad attori non professionisti.

Marco Luca Cattaneo