Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!X

I vincitori della 3 edizione del Visioni
Fuori Raccordo Film Festival


I vincitori della 3 edizione del Visioni Fuori Raccordo Film Festival
Domenica 29 novembre, a seguito di quattro giorni di proiezioni e incontri che hanno registrato una grande partecipazione di pubblico, nella sala Pier Paolo Pasolini del Nuovo Cinema Aquila di Roma sono stati premiati i vincitori della 3 edizione del Visioni Fuori Raccordo Film Festival.
Da una selezione di 25 opere ne sono state premiate 4, due per ogni sezione in concorso. Sono state inoltre assegnate 3 menzioni speciali: Memoria, Migranti e Speciale della Giuria.

Per la sezione Periferie Italiane stato assegnato il premio alla miglior opera documentaria al film di Laura Halilovic Io "la mia famiglia rom e Woody Allen", e il premio alla miglior opera di fiction al cortometraggio di Andrea DAsaro, scritto, prodotto e interpretato da Marcello Mazzarella, "Mare Nostro".

Per la sezione Periferie Romane sono stati premiati "Lora damore" di Christian Carmosino e Andrea Appetito, per la miglior opera documentaria, e "Una piccola soddisfazione" del Collettivo Amanda Flor quale miglior opera di fiction.

La Menzione Memoria stata assegnata al film di Chiara Idrusa Scrimieri "Tutte le Barche a Terra", la Menzione Migranti andata al documentario di Simone Amendola "Alysia nel paese delle meraviglie" e la Menzione Speciale della Giuria stata assegnata al corto di Nello Sabella "Maradona Baby".
stato inoltre asseganto il Premio Speciale alla Carriera, offerto dal Consiglio Regionale del Lazio, alla cineasta Cecilia Mangini, "per aver saputo indagare con alta coscienza morale e sguardo eticamente impegnato la complessa trasformazione della condizione femminile nella societ italiana dalla fine degli anni Cinquanta ad oggi, narrandone i drammi e le speranze di emancipazione e compiendo allo stesso tempo un viaggio lungo lItalia, attraverso le sue terre e le sue realt periferiche e marginali".

30/11/2009, 17:37