I Viaggi Di Roby

"Interporto": il paradiso delle merci e l'inferno degli uomini


Secondo di una trilogia dedicata ai trasporti, iniaziata con "GenovaTripoli", "Interporto" definito dal regista Marco Santarelli "il paradiso delle merci e l'inferno degli uomini".

Ambientato nella periferia di Bologna, il documentario mostra il lavoro notturno e diurno di quella categoria di lavoratori che si definisce "manovratori". Uomini che ciclicamente compiono gli stessi gesti, caricando e scaricando container, casse mobili e rimorchi, sempre in attesa in una chiamata. Il rapporto con l'esterno, con i colleghi, avviene per lo pi via etere e il tempo della vita scandito dalle lunghe attese di una telefonata. Per uno dei pi anziani piazzalisti, il concetto che vede il lavoro come nobilitazione umana, ormai solo una vecchia leggenda, ma la spinta propulsiva a continuare in questo mestiere, data dalla certezza che oggigiorno svolgere onestamente il proprio lavoro, ripaga ogni sforzo, fatica, sacrificio. Un viaggio, costruito con l'ausilio di materiali d'archivio, che porta lo spettatore a conoscere un mondo tanto vero quanto sconosciuto.

18/11/2009, 18:00

Antonio Capellupo