!Xš‚‰

"Open Roads: New Italian Cinema" a New York


“Open Roads: New Italian Cinema” l’evento più significativo dedicato al cinema italiano contemporaneo a New York è giunto alla nona edizione. Organizzato da Cinecittà Luce-Filmitalia, grazie al supporto della Direzione Generale Cinema - MIBAC, ha come prestigioso coproduttore la Film Society del Lincoln Center, l’istituzione del New York Film Festival.

La selezione di quest’anno prevede la proiezione di 12 tra i migliori film dell’ultima stagione con un particolare sguardo al cinema documentario del sociale, ed un programma firmato Ursula Ferrara, una delle più grandi artiste dell’animazione italiana e non solo, con la presentazione dei suoi splendidi otto cortometraggi.
Infine un omaggio davvero speciale per un’ occasione altrettanto speciale, la prima proiezione americana di “Effedìa, Sulla Mia Cattiva Strada”, il documentario realizzato da Teresa Marchesi in occasione del decimo anniversario della morte di Fabrizio De Andrè.

I film sono accompagnati da una delegazione artistica (registi, attori, sceneggiatori), che si confronterà con pubblico e addetti ai lavori al termine di ogni proiezione.
Alcuni tra i nomi confermati: Marco Amenta ("La Siciliana Ribelle"), Dino Gentili ("Sono Viva"), Maria Sole Tognazzi ("L’Uomo che Ama"), Teresa Marchesi ("Effedìa -Sulla Mia Cattiva Strada"), Ursula Ferrara ("Animated Passions: The Films of Ursula Ferrara") al grande sceneggiatore Sandro Petraglia ("Un Giorno Perfetto").

Parteciperà ad Open Roads anche uno straordinario parterre di attori: Silvio Orlando, Coppa Volpi a Venezia per "Il Papà di Giovanna", Donatella Finocchiaro premio per la migliore attrice al Festival di Roma e protagonista della serata d’apertura del festival con il film "Gantuomini" di Edoardo Winspeare, e, direttamente da La Croisette, Filippo Timi, la cui performance in "Vincere" ha già conquistato la stampa americana (“perfectly cast” Variety) .
Oltre al pubblico, ai giornalisti e agli operatori del settore, la manifestazione è seguita con grande interesse dai distributori statunitensi che sempre più spesso, come nel caso di "Caterina Va in Città", "Caravaggio", e ultimamente "La Ragazza del Lago" di Andrea Molaioli, decidono di acquistare i diritti americani dei film presentati ad Open Roads.

29/05/2009, 15:23