Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

Ciak a Follonica per il film "Questo mondo
è per te" di Francesco Falaschi


Ciak a Follonica per il film
Francesco Falaschi sul set a Follonica
Una colonia marina trasformata per due settimane in una specie di grande teatro di posa dove si allestiscono di volta in volta ambienti domestici, ospedalieri, scolastici.
Gli allievi di un corso per aiuto regia e gli studenti di una scuola di cinema proiettati su un set. E’ il film “Questo mondo è per te” (già “Prove di maturità”) di cui sono iniziate le riprese in Toscana, a Follonica. L’ultima scommessa di Francesco Falaschi, regista grossetano, ora al suo terzo ciak dopo “Emma sono io” (2001) e “Last minute Marocco” (2006).
Il nuovo lavoro di Falaschi è prima di tutto un interessante esperimento produttivo: esempio, raro in Italia, di come enti, realtà del territorio e product placement possano intervenire con successo anche in produzioni minori. Intervengono infatti a vario titolo Provincia Assessorato alla Pubblica Istruzione, Comune di Follonica, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Istituto professionale Einaudi, Scuola di Cinema, Toscana Film Commission, Usl Dipartimento della Prevenzione. La produione esecutiva e di Videofactory. Numerose sono le aziende che hanno aderito al progetto del film rendendone possibile la realizzazione. I maggiori apporti, già in via di concretizzazione, verranno con tutta probabilità nella seconda fase del film da parte di imprenditori illuminati e in particolare dalle aziende Fratelli Barbini Grandi Vivai, Unipol, la Marina di Scarlino, Antonio Lauria, Società Agricola Terenzi (produttrice di Morellino di Scansano) oltre che da Unicoop Tirreno. Nello specifico il film è parte integrante del corso per aiuto regia promosso dalla Provincia di Grosseto in collaborazione con l’Agenzia Formativa dell’Istituto Professionale Einaudi e il contributo del Fondo Sociale Europeo. Coinvolti sin dalla fase di sceneggiatura anche gli studenti della Scuola di Cinema – Laboratorio per filmakers 2008, realizzato grazie al contributo di Provincia di Grosseto e Banca Monte dei Paschi di Siena.
Le lezioni in aula e sul set cinematografico si alterneranno e si integreranno in una continua sperimentazione attiva tra ciò che è stato spiegato e illustrato teoricamente e quello che invece si svolgerà direttamente sul campo. Dopo le prime due settimane di riprese, dedicate alla parte autunnale e agli interni del film, gli allievi del corso torneranno in aula per proseguire le lezioni e preparare la seconda parte delle riprese del film che saranno realizzate durante la prossima primavera.

Il film racconta le scelte di Teo, un giovane appena diplomato, alle prese con un’improvvisa esigenza di autonomia economica che lo porterà nel mondo del lavoro per poter coronare il sogno di iscriversi ad una prestigiosa scuola per aspiranti scrittori. In questo suo percorso avrà modo di superare diverse “prove di maturità” nelle amicizie, in famiglia, nel lavoro e anche in amore. Un romanzo di formazione narrato in chiave di commedia e ambientato in una Toscana non oleografica ma in una bizzarra e particolarissima cittadina costiera.

Molti gli attori non professionisti impegnati nelle riprese come il giovane protagonista Matteo Petrini, allievo dei corsi di Cinema di Francesco Falaschi presso ‘Istituto Professionale “Einaudi” sez Grafico pubblicitario. Al loro fianco alcuni professionisti come Cecilia Dazzi, Paolo Sassanelli, Sergio Sgrilli e altre figure professionali, in gran parte del territorio grossetano, che hanno accettato di lavorare a questo film secondo un modello produttivo a “partecipazione” sperimentato da alcuni anni nel cinema indipendente.

05/11/2008, 15:11