Meno di 30
I Viaggi di Robi
locandina di "Gruppo Labronico"

Cast

Con:
Giorgio Algranti (Bruno Miniati da adulto)
Simone Antonelli (Cesare Tarrini da giovane)
Davide Antonio (Cameriere CaffŔ Bardi)
Luciano Badari (Cafiero Filippelli da adulto)
Edoardo Castagnola (Massimiliano Meucci)
Marco Conte (Gastone Razzaguta da adulto)
Stefano Dal Canto (Alberto Zampieri da giovane)
Luca Dal Canto (Paulo Ghiglia da giovane)
Vito Donati (Lando Landozzi da adulto)
Davide Franceschi (Giovanni March da giovane)
Pietro Fornaciari (Corrado Michelozzi da adulto)
Simone Fulciniti (Renato Natali da giovane)
Rocco Giusti (Adriano Baracchini Caputi)
Claudio Marmugi (Corrado Michelozzi da giovane)
Consalvo Noberini (Giovanni Lomi da adulto)
Simone Papini (Renuccio Renucci da giovane)
Sergio Pietra Caprina (Giovanni March da adulto)
Denny Rossi (Ragazzo Popolano)
Renzo Rossi (Gino Romiti da adulto)
Massimo Vannucci (Gino Romiti da giovane)
Vittorio Vigni (Renato Natali da adulto)
Carlo Zanotti (Gastone Razzaguta da giovane)
Andrea Chetoni (Giovanni Zannacchini da giovane)
Andrea Cremonini (Tito Cavagnaro da giovane)
Gabriele Da Re (Gino Cipriani da giovane)
Dario Di Lorenzo (Beppe Guzzi da giovane)
Daniel Pizzo (Cognetti da giovane)
Andrea SaccÓ (Ferruccio Rontini da giovane)
Diego SaccÓ (Carlo Romanelli da giovane)

Soggetto:
Luca Dal Canto
Anita Galvano

Sceneggiatura:
Luca Dal Canto
Anita Galvano

Fotografia:
Benni Piazza

Aiuto regista:
Anita Galvano

Assistente alla Regia:
Claudia Meini

Elettricista/Macchinista:
Neri Mariani

Trucco:
Claudia BarilÓ

Fotografo di Scena:
Luca Cusimano

Gruppo Labronico


Regia: Luca Dal Canto
Anno di produzione: 2010
Durata: n.d.
Tipologia: documentario
Genere: arte/docufiction
Paese: Italia
Produzione: Bredenkeik Movies
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: DV, colore
Titolo originale: Gruppo Labronico

Sinossi: Docu-film realizzato per i 90 anni (1920-2010) del Gruppo Labronico, storico sodalizio di artisti livornesi. Negli anni hanno fatto parte del Gruppo nomi illustri dell'arte italiana del Novecento: Mario Puccini, Renato Natali, Gino Romiti, Amedeo Modigliani, Ulvi Liegi, Plinio Nomellini, Voltolino Fontani, Osvaldo Peruzzi e molti altri...
Il documentario alterna alle interviste ad esperti d'arte e soci del Gruppo anche suggestive immagini della cittÓ di Livorno, le pi¨ celebri opere dei suoi soci e sei brevi episodi che ricreano fatti ed aneddoti realmente accaduti dal 1920 ad oggi e che testimoniano l'alto valore sociale ed artistico che il sodalizio ha avuto per la cittÓ dei 4 Mori.

Gli Episodi
- "Il CaffŔ Bardi"
E' il 15 giugno 1920. Il CaffŔ Bardi, storico ritrovo degli artisti livornesi e non solo, Ŕ nel pieno della sua attivitÓ. Tra irriverenti battute, accesi dibattiti ed alcoliche bevute a base di ponce, giunge improvvisa una drammatica notizia, decisiva per il futuro dell'arte labronica.
- "La fondazione"
15 luglio 1920. Nello studio del pittore Gino Romiti sedici artisti artisti labronici si riuniscono e, allontanandosi dalle ideologie dell'Associazione artistica livornese, fondano il Gruppo Labronico con lo scopo di portare i resti del pittore Mario Puccini al Famedio di Montenero.
- "Gastone Razzaguta, la guerra e la revolverata mentale"
Accesa e divertente discussione nell'immediato dopoguerra tra Giovanni Lomi e Gastone Razzaguta, simpatico ed eclettico socio del Gruppo Labronico che non ammetteva l''esistenza Seconda Guerra Mondiale ed applicava un originale metodo per rompere le amicizie: la "revolverata mentale".
- "La ricostruzione post-bellica"
Dopo la Seconda Guerra Mondiale una delle prime riunioni del Gruppo Labronico fu incentrata sulla ricostruzione da applicare al centro storico di Livorno. Fu presa quindi decisione di indirizzare al Sindaco una lettera con consigli ed indicazioni per non stravolgere l'assetto urbano ed architettonico della cittÓ.
- "Il finto scioglimento"
Nel 1963, a seguito dell'ammissione di artisti considerati non conformi agli ideali alla base del Gruppo e della pittura formale, Gino Romiti, con una presa di posizione senza precedenti, sciolse il Gruppo e lo rifond˛ pochi mesi dopo ammettendo solo gli artisti formali.
- "Ironia e livornesitÓ"
Famose sono le liti e le battute che gli artisti labronici si scambiavano.In questo episodio Corrado Michelozzi riceve una cartolina dall'America da parte del nemico/amico Paulo Ghiglia e March discute animatamente con Giovanni Lomi sui risultati qualitativi di una mostra.

Sito Web: http://lucadalcanto.wix.com/gruppo-labronico-il...

Ambientazione: Livorno

"Gruppo Labronico" Ŕ stato sostenuto da:
Livorno Film Commission
Toscana Film Commission
Galleria Athena Livorno


Note:
Il Gruppo Labronico Ŕ un gruppo formato da importanti pittori livornesi e attivo dal 1920.
Nel documentario sono presenti le interviste a_
- Sira Borgiotti (figlia di Mario Borgiotti e attuale Presidente del Gruppo Labronico)
- Massimo Lomi (nipote di Giovanni Lomi e attuale Segretario del Gruppo Labronico)
- Nedo Luschi (pittore e Presidente onorario del Gruppo Labronico)
- Aurora Nomellini (nipote di Plinio Nomellini e figlia di Vittorio Nomellini)
- Barbara Nomellini (nipote di Plinio Nomellini e figlia di Vittorio Nomellini)
- Mario Michelucci (giornalista e saggista)
- Gianni Schiavon (critico darte)
- Dario Matteoni (critico darte)
- Silvia Fierabracci (giornalista e saggista)
- Luciano Bonetti (biografo del Gruppo Labronico)
- Gianfranco Magonzi (erede tradizione del CaffŔ Bardi di Livorno)
- Francesca Cagianelli (critica darte)
- Vincenzo Farinella (docente di Storia dellarte moderna e contemporanea Univ. Pisa)
- Alessandra Rontini (nipote di Ferruccio Rontini e figlia di Giulio Da Vicchio)


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto

Notizie