I viaggi di Roby

LOCARNO 70 - GLI ASTEROIDI, esordio importante


Un pugno di attori esordienti, coadiuvati da Pippo Delbono e Chiara Caselli, nel film di Germano Maccioni, unico titolo italiano nel concorso internazionale di Locarno 2017. Esordio alla regia nel lungometraggio di finzione del regista del documentario "Fedele alla linea".


LOCARNO 70 - GLI ASTEROIDI, esordio importante
Gli Asteroidi
Tre amici da sempre, una provincia emiliana industriale (sempre meno), vuota (sempre più) di speranze, di illusioni, di futuro. Pietro e Ivan, insieme allo stralunato Cosmic, passano le giornate cercando di non essere come i genitori (meglio il padre morto suicida o quello vivo ma di cui vergognarsi?), in zona si moltiplicano i furti alle chiese, il malessere è contagioso mentre dalla tv arrivano notizie di un asteroide presto di passaggio vicino alla terra...

"Gli Asteroidi" di Germano Maccioni, all'esordio nella fiction dopo una celebrata carriera nel documentario, sono sia quelli celesti sia - ancor più - questi tre giovani allo sbando, incapaci di comunicare tra loro e con la generazione precedente. Non è detto che bastino, per cambiare le loro sorti, una ragazza, la prospettiva di una "svolta", lo sguardo al cielo: serve molto di più, o forse basta molto meno.

Prodotto da Articolture e Ocean Productions con RAI Cinema, distribuito da Istituto Luce Cinecittà, "Gli Asteroidi" deve molto del suo convincente afflato agli orizzonti piatti della Pianura Padana in cui è girato. Non tutti e non sempre convincente, invece, il cast di giovani attori non-professionisti, chiamati a compiti non banali e inevitabilmente altalenanti. Con loro le "certezze" Pippo Delbono e Chiara Caselli.

Ultima nota, impossibile da non fare: eccezionale il lavoro dello street artist Alvaro Milt, che appare in tutto il suo splendore nel finale.

11/08/2017, 10:29

Carlo Griseri

Video del giorno