Sudestival il cinema italiano in Puglia
I viaggi di Roby

Boris Sollazzo affianca Michelangelo Messina
alla direzione dell'Ischia Film Festival


Boris Sollazzo affianca Michelangelo Messina alla direzione dell'Ischia Film Festival
Boris Sollazzo
L’Ischia Film Festival, giunto alla sua quindicesima edizione, non lascia, ma raddoppia. Nomina un nuovo direttore artistico, il critico cinematografico e scrittore Boris Sollazzo, già nel team delle Giornate degli Autori di Venezia e da anni consulente in molti importanti festival. Va ad affiancare il fondatore Michelangelo Messina. Insieme cominciano un nuovo processo di crescita della rassegna, che ormai ha un suo ruolo nella scene delle manifestazioni cinematografiche internazionali e che intende affrontare un ulteriore salto di qualità grazie alla professionalità di chi lavora ad alti livelli nel settore da 20 anni.

Sono felice di affrontare questa sfida” - ha dichiarato il neodirettore Boris Sollazzo. “Da anni lavoro all’IFF e sono convinto sia uno dei festival più interessanti nel panorama italiano e internazionale. Sono felice di non sostituire Michelangelo, indispensabile all’IFF, ma di condurre questa nave insieme. Insieme raggiungeremo nuovi porti. Guarderemo al futuro, senza dimenticare la nostra identità cinematografica e territoriale. Affronteremo le sfide del futuro con percorsi tematici, artistici, contenutistici nuovi: il Castello Aragonese deve diventare sempre di più luogo centrale di un’arte e di un’industria in continua trasformazione, come già lo era, per la cultura, con Vittoria Colonna”.

La XV edizione dell'Ischia Film Festival si svolgerà dal 24 giugno al 1 luglio 2017. Aperto anche il bando di concorso con la deadline per inviare le opere fissata al 15 marzo 2017, ma una "latest deadline" è prevista fino al 31 marzo 2017. L'iscrizione può essere effettuata attraverso FilmFreeway, il più noto portale per filmmaker.

Una giuria internazionale assegnerà il premio “Ischia Film” al lungometraggio, al documentario ed al cortometraggio delle rispettive sezioni, oltre che al cortometraggio e al documentario della sezione Location negata.

La Direzione del Festival in accordo con il comitato d’onore ed il comitato direttivo del Festival, assegnerà inoltre i seguenti premi:
- Premio “Castello Aragonese” Al miglior regista
- Premio “Aenaria” Al miglior scenografo
- Premio “Epomeo” Al miglior direttore della fotografia

09/01/2017, 20:53