I viaggi di Roby

NAPOLI FILM FESTIVAL XVII - Tutti i film di Corto Scuola


Diciassette prodotti audiovisivi realizzati dalle scuole di ogni ordine e grado della Campania.


NAPOLI FILM FESTIVAL XVII - Tutti i film di Corto Scuola
Sono 17, come le edizioni del festival, i prodotti audiovisivi realizzati dalle scuole di ogni ordine e grado della Campania su vari aspetti del mondo giovanile che saranno presentati all’Institut français Napoli nella sezione Schermo Napoli Scuola del Napoli Film Festival 2015.
La scuola vincitrice parteciperà ad un reportage dell'Agenzia stampa Dire che sarà diffuso sul suo portale diregiovani.it.

Queste le opere selezionate:

Appunti sulla Fine del Mondo di Marcello Sannino e Ciro Cozzolino – Itc “Carlo Levi” di Portici (Ita, 9', 2015’) Fantascienza
In un mondo senza dimensione temporale, un gruppo di giovani fugge da qualcosa che non conosce, affrontando ognuno a modi suo una possibile fine del mondo.

Aslem di Pasquale Renza - IIS “Giancarlo Siani” di Napoli, alunni aderenti al Progetto Cinema (Ita, 16', 2015) Drammatico
Un giovane di colore, messo in salvo da un’aggressione razzista da una portiera, fa amicizia con un coetaneo calciatore professionista. Il padre di quest’ultimo, apparentemente di larghe vedute, quando il figlio ha bisogno di midollo osseo, rifiuta l’offerta di donazione del ragazzo di colore. Quando però prende consapevolezza che il ragazzo di colore è l’unico che potrebbe salvare la vita del figlio, istintivamente supera ogni barriera razzista, lo abbraccia commosso e accoglie la sua generosa disponibilità.

Le Bambole non Scherzano Più di Raffaele Capano - Istituto Tecnico “Enrico Medi” di San Giorgio a Cremano (Na), alunni aderenti al Gruppo Cinema (Ita, 6', 2015) Drammatico
Per motivi futili, il ragazzo, insensibile al dolore provocato al corpo e alla dignità della donna, scatena l’aggressività sulla sua compagna. In sogno, delle donne, sotto le sembianze di bambole ridotte a pezzi, si vendicano aggredendolo. Al risveglio l’incubo sembra passato, ma c’è una sorpresa: il maschio violento è in cella. Le bambole non scherzano più. Ora denunciano.

C'è qualcuno là luori di Pasquale Damiano – Liceo Artistico di Marcianise (Ce), classi III-IV-V indirizzo audiovisivo e multimediale (Ita, 7', 2015) Drammatico
Un ragazzo vive chiuso nella sua camera circondato da pc tablet telefoni e videogames. Il mondo esterno tenta di interagire con lui ma senza successo, almeno fino a quando lui realizza che sta rimanendo solo al mondo…

The Last of You di Matilde De Feo - Istituto comprensivo“Massimo Troisi” di San Giorgio a cremano (Na) (Ita, 6', 2015) Sperimentale
Breve storia scritta e diretta con venti bambini di una scuola della provincia di Napoli, nell'ambito del progetto filmap. Abbiamo lavorato intorno a un tema: la fine del mondo. I bambini hanno scritto un soggetto, elaborato una scaletta e disegnato uno storyboard chiaro dell'azione. Gaia è sopravvissuta con una pianta alla fine del mondo. Cerca, nello scenario eterotopico, un elemento vitale e si addormenta; sogna di riscrivere con le sue mani una nuova realtà.

Le Faremo Sapere di Enzo Morzillo - I.S.I.S. Don Gnocchi di Maddaloni (Ce) (Ita, 5', 2015) Comico
Raffaele è un ragazzo come tanti che vuole intraprendere la strada del cinema. Molti i casting a cui si presenta, e sempre la solita risposta… Ma cosa succede quando finalmente arriva il suo momento?

La Leggenda di Colapesce di Pasquale Renza - Istituto Comprensivo “Don Bosco - D’Assisi” di Torre del Greco (Na), alunni aderenti al Progetto Cinema (Ita, 7', 2015) Drammatico-animazione
Un ragazzo, conosciuto a Napoli col nome di Colapesce a causa della sua passione per il mare, viene invitato dal re a scoprire quali tesori si nascondono accanto alle tre colonne che reggono la città fuori dalle acque. Al terzo tentativo Colapesce non riemerge. Tra le lacrime degli amici e il dolore del re, si scopre che Colapesce, trasformato magicamente in pesce, è rimasto sul fondale a sorreggere la città di Napoli che rischia di finire sommersa perché la terza colonna è ormai spezzata.

Lotta di Classe di Roberto Carro e Diego Paura - Liceo statale Don Lorenzo Milani di Napoli (Ita, 9', 2015) Poesia visiva
Un gruppo di ragazzi di un istituto superiore di Napoli discute e racconta la complicata situazione dell’occupazione scolastica in un quartiere difficile, tra voglia di cambiamento, burocrazia scolastica e la pericolosa presenza della microcriminalità.

Notre Dame de Ponticelli di Mena Solipano - I. C. San Giovanni Bosco di Napoli, classe V C (Ita, 12', 2015) Drammatico
Maria è stata abbandonata da sua madre da piccola ed è cresciuta nel campanile di una chiesa, sotto la protezione di Padre Claudio. Durante la festa della Madonna del quartiere, Maria viene derisa da alcuni bambini e, scappando, si imbatte in alcuni bimbi rom, con cui fa amicizia. Liberamente ispirato all’opera popolare “Notre Dame de Paris” di Luc Plamondon.

Orti Sociali … di Rocco Perotta e Angelo Grimaldi – Liceo Carlo Miranda di Frattamaggiore (Na) (Ita, 5', 2015) Documentario
“È necessario recuperare e riutilizzare terre abbandonate e incolte e ridurre la cementificazione. Diffusione dei biocarburanti e crescita della popolazione mondiale rischiano di mettere in crisi l’intero ecosistema terrestre se non si verifica un cambio economico, industriale, culturale” G. Gardner del WI. I ragazzi hanno recepito il messaggio, tutti devono sentirsi responsabili, prendersi cura delle risorse della terra e utilizzarle in modo intelligente. È necessario assumere consapevolezza dell'importanza del recupero dei suoli agricoli all'interno di città ormai già completamente cementificate.

Outside School Hours di Claudio D’Avascio - Liceo statale Don Lorenzo Milani di Napoli (Ita, 19', 2015) Commedia
Una ragazza decide di nascondersi all’interno della scuola per alterare alcuni documenti relativi ad una gita premio a Londra destinata ad alcuni studenti. Per una serie di sfortunati eventi resterà prigioniera nella struttura.

Passerà la Notte di Mena Solipano - I. C. San Giovanni Bosco di Napoli, classe V B (Ita, 30', 2015) Drammatico
Napoli, 1942. La famiglia Iovine cerca di sopravvivere nei difficili anni della Seconda Guerra Mondiale. Gennaro, il capofamiglia, dato per disperso, riuscirà a tornare a casa dopo una serie di eventi che hanno cambiato la sua vita e troverà una realtà molto diversa da quella che aveva lasciato. Tratto all’opera teatrale “Napoli milionaria” di Eduardo De Filippo.

Più Giù Entro le Mura di Vincenzo Albano - Liceo scientifico - linguistico Statale “Cuoco - Campanella” di Napoli, classe III F (Ita, 14', 2015) Docufiction
Dall’alto di un bel panorama artistico del golfo, l’attualità di Napoli si impone con una sequenza di prospettive diverse da punti più bassi accompagnate dal sonoro in presa diretta. Oltre le mura, Amina ed Amir iniziano un cammino lungo, al quale, ad informazioni scritte sulla passata grandezza della città, si affiancano visioni di degrado attuale o parole relative a gravi problematiche della modernità. Il racconto termina con il panorama iniziale in un crepuscolo offuscato dalla persistenza di suoni e rumori, prodotto di una consapevolezza più matura della città da parte dei protagonisti.

Un Potere Scomodo di Claudio D’Avascio - Scuola secondaria statale di I grado ad indirizzo musicale “Francesco Solimena” di Napoli (Ita, 13', 2015) Documentario
È la storia di un bambino ed una bambina vittime del bullismo scolastico. Mentre per la bambina la storia va verso il lieto fine, per il bambino l’epilogo è tragico.

La Prima Scossa di Federico Cappabianca e Luca Romano - Liceo statale “Carlo Urbani” di San Giorgio a Cremano (Na) (Ita, 12', 2015) Commmedia
A volte le emozioni possono confondersi e confondere, fino a trasformarsi nel loro opposto. Così, il primo amore di un ragazzo per una sua compagna di scuola suscita in lui strani fenomeni percettivi e evoca paure ancestrali.

I ragazzi di Don Bosco di Raffaele Capano - 2° Circolo Didattico di Nocera Superiore (Sa), classi quinte aderenti al Progetto Cinema (Ita, 18', 2015) Drammatico
Don Bosco, avendo dedicato la sua vita ad aiutare i ragazzi bisognosi, è giunto alla fine del suo intenso percorso. I ragazzi aiutati da lui sono preoccupati e in ansia per il sant’uomo che giace moribondo sul letto. È l’occasione per alcuni di loro per ricordare le tappe fondamentali che hanno contraddistinto la vita del Santo.

Sigma di Andrea Cocca - CFF LAB San Giorgio la Molara, (Bn) (Ita, 13', 2015) Thriller
Un simbolo misterioso. Un casolare inquietante. Un gruppo di ragazzi che vive un'esperienza ai limiti del paranormale. Una ragazza, Mariateresa, che dovrà affrontare il proprio senso di colpa, tentando di ritrovare Marta, la sorella scomparsa. E il simbolo del Sigma, sullo sfondo, come a ordire il tutto.

26/09/2015, 13:07